AGGIORNAMENTO – Domenica 14, ore 11:01am.

Dopo aver riesaminato tutte le registrazioni della gara e il log del timing di ciascuna barca, la UIM e i commissari XCAT hanno rilasciato l’ordine di arrivo corretto di gara 1 dello Shanghai GP. Qui sotto i risultati ufficiali. L’ordine di arrivo è il seguente (numero di barca): 5 – 8 – 4 – 20 – 46 – 96 – 17 – 10 – 2 – 9 – 3 – 22.

Nella prima delle due gare XCAT di Shanghai i colpi di scena si sono susseguiti, fra incidenti, penalità, una lunga bandiera gialla e ritiri importanti.

E’ successo davvero di tutto nella gara di oggi allo Shanghai Grand Prix, terza tappa del mondiale UIM XCAT World Championship. Si corre sulle acque del Sishui Lake, bacino artificiale nel distretto di Pudong presso la metropoli cinese.

Dopo una pole giocatta sul filo dei centesimi di secondo, parte davanti a tutti Team Australia, seguito da Abu Dhabi 5 che guadagna due posizioni e da Dubai Police. Abu Dhabi 4, seconda in griglia, perde due piazze. Iniziano le strategie dei long lap, ma Pal Virik Nilsen e Jan Trygve Braaten aancora devono svolgerli entrambi quando un incidente vanifica ogni strategia. Forse la rottura di un trim porta Alfredo Amato e Dani Martignoni, su Videx, a cappottare prima di una virata. I due escono incolumi ma i gap fra gli altri concorrenti si annullano. Dopo la sospensione, la procedura di ripartenza dura addirittura tre giri sotto bandiera gialla, in una situazione di grande tensione fra tutti i piloti. Al momento della seconda verde le posizioni al vertice restano le stesse ma i colpi di scena non sono finiti. Abu Dhabi 5 infatti colpisce una boa e prende una penalità, mentre la rottura di un piede porta all’inaspettato ritiro per i leader mondiali Arif al Zaffein e Nadir bin Hendi su Dubai Police.

L’ultima parte di gara, complicata dai long lap e dalle distanze ravvicinate fra molti concorenti, vede Team Australia vincere con un distacco di meno di mezzo secondo su Abu Dhabi 4, mentre una solidissima gara di Hi-Performance Italia, con Francois Pinelli e Giuseppe Schiano, porta il duo franco-italiano al terzo posto: un risultato ancora più eclatante considerando che si tratta della prima gara in XCAT per il giovane napoletano (e anche della prima gara insieme in assoluto per i due).

Dopo il dominio di Dubai Police nelle prime quattro gare stagionali ora il campionato riporta alla ribalta diversi avversari, in particolare Team Australia e Abu Dhabi 4, soprattutto considerando che Arif al Zaffein e Nadir bin Hendi partiranno penultimi in gara 2 (domenica alle 8:30 am ora italiana).

Al di sotto del potenziale gli altri italiani in gara, con Giovanni Carpitella sesto su 222 Offshore in coppia con Joakim Kumlin, Andrea Comello e Rosario Schiano in nona posizione su ViniExport e Serafino Barlesi e Nico Caldarola decimi sulla loro barca Yacht Club Como.

Add comment